venerdì 25 maggio 2018

In mezzo al mar...

Timori, ragionevolmente infondati, per l'incarico a Paolo Savona al Ministero dell'Economia.

martedì 22 maggio 2018

Curricula: mai fidarsi.

Meglio non fidarsi, di nessuno, mai. Così la stampa, quando vuole, cerca di spulciare nel passato del personale politico poco gradito in cerca di qualcosa che getti discredito su di lui e sulla forza politica che lo indica. Anche il premier proposto a Mattarella in questi giorni è stato oggetto di particolari attenzioni e si è scoperto che le sue frequentazioni alla NY University non risultano nei registri dell'università. Non importa se ciò dipende dalla veste o dalla durata delle stesse: il titolone ad effetto è assicurato.  

venerdì 11 maggio 2018

Tornanti

Per riconquistare posizioni al PD non resta che etichettare come "di destra" l'attuale tentativo di governo M5S-Lega e riaccreditarsi come partito di sinistra, una connotazione e un'anima che si è certamente persa negli ultimi anni. 

giovedì 10 maggio 2018

Via libera

Berlusconi lascia nascere il governo M5Stelle-Lega. Fino a che punto lo condizionerà per tutelare i suoi interessi? Intanto Di Maio e Salvini si parlano: dovranno concordare programmi e nomi. Per la Presidenza del Consiglio si può immaginare una staffetta tra i due o un nome terzo. Anche al PD la cosa giova: andare al voto adesso, come per Forza Italia, sarebbe disastroso.

martedì 8 maggio 2018

Governi di genere?

Si prefigurano governi "tecnici", "neutrali", "del Presidente", "a tempo", "di tregua", come se le scelte che qualunque esecutivo dovesse prendere non avessero comunque valenza politica. Anche il semplice congelamento o meno dell'aumento Iva va fatto valutando opzioni che sono squisitamente politiche poiché impattano sulla vita dei cittadini. Il governo tecnico di Monti non ha forse fatto scelte politiche quando ha proposto e fatto approvare dal Parlamento provvedimenti che colpivano o favorivano categorie e gruppi sociali? I governi neutri semplicemente non esistono e chi li teorizza è in palese malafede intellettuale. 

mercoledì 2 maggio 2018

Direzioni, che fare?

Domani direzione del PD per decidere che fare con la proposta di dialogo del M5S. Renzi ha già dettato la sua linea (alternativa al segretario reggente Martina) ma molti dirigenti non sembrano d'accordo. 

martedì 24 aprile 2018

A scacchi

Nuovo giro di consultazioni col Presidente della Camera e prima apertura di Martina ai 5Stelle. Di Maio, dopo aver inchiodato Salvini alla sua alleanza con Berlusconi, spaccherà il PD sull'ipotesi di governo facendolo uscire dalla comoda posizione di attesa scelta dal furbo Renzi. Il tutto in prospettiva di nuove, probabilissime, elezioni. 

lunedì 23 aprile 2018

Scout

Toccherà al Presidente della Camera continuare a sondare il terreno per la formazione del nuovo Governo.

sabato 21 aprile 2018

Genitori e figli

Il bullismo nelle scuole (vittime non solo i coetanei ma anche gli insegnanti) imperversa forse anche grazie ai social, che assicurano una platea di consensi certamente più grande. Ma gli adulti posso scagliare la prima pietra? 

martedì 17 aprile 2018

Pane

Prime aperture del PD ai 5Stelle. Ma l'operazione non sarà indolore per il leader grillino.

venerdì 13 aprile 2018

Il tutor

Il patto con Renzi sembra tenere ancora bene: il Governo può aspettare in attesa che il PD si riposizioni  e prenda il posto della Lega in un patto centrista. 

mercoledì 11 aprile 2018

Trinità

Tre leader, tre programmi, una coalizione. Dopo aver raccolto i voti degli italiani Salvini, Berlusconi e la Meloni devono apparire uniti in una unica entità politica per avere possibilità di governo. Così saliranno al Colle per il prosieguo delle consultazioni. Ma i cartelli elettorali non tardano a mostrare le loro debolezze. 

venerdì 6 aprile 2018

Maestri

Si accusa Di Maio di comportamento "democristiano", rispolverando anche la vecchia politica dei "due forni" per la formazione del nuovo governo. C'è chi lo avvicina alla figura di Andreotti:  fino a che punto? 

martedì 3 aprile 2018

In salita


Cominciano domani le consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo Governo. Il tormentone giornalistico di queste settimane continuerà; alla fine qualcuno farà passi indietro ed altri si riveleranno decisivi o ininfluenti. 

sabato 31 marzo 2018

Ai confini

A seguito di un discutibilissimo intervento dei doganieri francesi in territorio italiano, Salvini (dopo aver promesso in campagna elettorale di voler espellere 600.000 clandestini) vuole espellere ora i diplomatici francesi rivendicando l'orgoglio nazionale. 

martedì 27 marzo 2018

Mezzi

Roberto Fico, neopresidente della Camera, immortalato mentre usa mezzi pubblici per i suoi spostamenti rinunciando, al momento,  ad auto blu e scorte varie. Avendo dichiarato guerra ai privilegi era il minimo che potesse fare: dare quell'esempio che lo autorizza a chiedere lo stesso comportamento agli altri membri del Parlamento. Sono segnali indispensabili per realizzare un nuovo atteggiamento mentale in chi è stato incaricato di una funzione pubblica: servire piuttosto che essere serviti. Ovviamente è partita subito la derisione a mezzo stampa contando gli scontrini dell'autobus fin qui esibiti dal nostro.

venerdì 16 marzo 2018

Strategie

Berlusconi si fa concavo per salvare l'alleanza elettorale con Salvini, dimostratasi traballante nelle scelte post voto. Forse anche il PD dovrebbe farsi concavo per salvare quel che resta di un partito molto elastico...

mercoledì 14 marzo 2018

I persuasori


Si intensificano in TV le apparizioni di Carlo Cottarelli, ex Commissario alla Spending Review. Che sia stato già designato a qualche incarico governativo ed il circo mediatico si sia messo in moto per farlo meglio conoscere all'opinione pubblica? La stessa operazione fu fatta per Mario Monti, poco prima della sua designazione a Presidente del Consiglio decisa a tavolino dalla Presidenza della Repubblica. Il clima è simile e, quando gli elettori "sbagliano" a votare, qualcuno ci deve mettere una pezza...

lunedì 12 marzo 2018

Quiz a premi


In una intervista al "Corriere" Matteo Renzi, reduce dalla recente batosta elettorale per il partito da lui guidato, dice che "La ruota gira" supponendo una prossima rivincita su cui pare impegnarsi. Rimembranze della "Ruota della fortuna", popolare quiz televisivo cui partecipò giovanissimo con la conduzione di Mike Bongiorno? Forse, per ora, l'unico a giovarne sarà l'eterno ex Cavaliere, forte della sua coalizione vincente.

lunedì 5 marzo 2018

Avanti!

Politiche 2018: M5S primo partito, la Lega domina a destra, crolla sul PD di Renzi.  Per Luigi Di Maio sta nascendo la terza Repubblica.

martedì 13 febbraio 2018

martedì 30 gennaio 2018

Transumanza

Il PD renziano candida tanti ex berlusconiani alle prossime elezioni: da una possibile alleanza ad una fusione di fatto. 

domenica 28 gennaio 2018

martedì 9 gennaio 2018

Siamo tutti Spelacchio

Privato dei suoi addobbi, Spelacchio, l'ormai famoso albero natalizio della Capitale, attende il suo destino in questo tiepido inverno romano. 

venerdì 5 gennaio 2018

Fumo

Si può dire che i radicali, nella loro storia, si sono alleati con chiunque. Bruno Tabacci, cattolico centrista, offre il suo simbolo alla Bonino per farla presentare alle prossime elezioni risparmiandole la raccolta firme necessaria. 

giovedì 30 novembre 2017

Classicheggiando

Rispondendo a Travaglio, Scalfari a "Di Martedì" assolve Berlusconi citando Aristotele e Platone sulla distinzione fra politica e morale. Secondo i classici la politica va affidata ai filosofi:  solo che Berlusconi non è un filosofo, è un imprenditore che piega la politica ai suoi interessi. Egli non conosce la "cosa pubblica" e gestisce benissimo la "cosa privata". Ma, facendo parte di una élite, ha tutti i  numeri per governare, secondo la ben nota visione del nostro giornalista. 

giovedì 23 novembre 2017

Elitari

Scalfari ammette: meglio Berlusconi dei 5Stelle. Il Nostro è sempre stato un fautore delle élite, uniche per lui in grado di governare. L'apparente vecchio nemico riabilitato in toto.

venerdì 27 ottobre 2017

Indipendence day

Facendo seguito al recente referendum, il Parlamento catalano ha dichiarato l'indipendenza dalla Spagna. Dalle nostre parti il Presidente del Senato Pietro Grasso lascia il gruppo del Partito Democratico ed entra nel Misto, in aperto dissenso sulla linea seguita dal PD nell'approvazione della legge elettorale. 

Dal pulpito


Chiesa della Santissima Annunziata di Paestum: Renzi fa un comizio dall'altare della basilica. 

lunedì 9 ottobre 2017

Ius due

Continuano le adesioni allo sciopero della fame (a turno) per sollecitare un provvedimento sullo ius soli. Ma in quanti hanno letto e valutato il testo di legge proposto al Parlamento?

venerdì 6 ottobre 2017

Ius

Anche un Ministro del Governo partecipa allo sciopero della fame a turni promosso da alcuni insegnanti per sollecitare l'approvazione dello ius soli.

domenica 1 ottobre 2017

Urne

La Spagna fa intervenire la polizia nazionale in Catalogna per impedire il referendum indipendentista.